Alessandria

  • Comunità

    Comunità estinta. Dal 1985 la comunità di Alessandria divenne sezione dipendente della Comunità ebraica di Torino.

    Nel tempo assunse le seguenti denominazioni:

  • Archivio della comunità

    Molte carte della Comunità andarono distrutte nel 1943. Una prima parte dell’archivio è stata versata all’Archivio Terracini alcuni anni fa ed è stata ordinata e schedata nel 2005. Un secondo versamento del materiale archivistico all'Archivio Terracini è stato realizzato nel 2009. Una terza parte dell’archivio è stata venduta dalla comunità di Alessandria ai Central Archives for the History of the Jewish People di Gerusalemme nel 1978.

    Consta di 1021 unità archivistiche, con estremi cronologici complessivi 1767 - 2009. È un archivio molto complesso e comprende diversi fondi/complessi di fondi tra cui i principali sono:

    • Comunità israelitica di Alessandria (Versamento I) 1767 – 1985, unità 671
    • Comunità israelitica di Alessandria (Versamento II) 1814 – 2009 unità 249
    • Compagnia di beneficenza israelitica Pace e Buona Morte di Alessandria 1952 – 1986, unità 5
    • Opere pie israelitiche unificate di Alessandria 1964 – 1986, unità 6
    • Congregazione israelitica di carità e beneficenza di Asti 1874, 1964-1987, unità 11
    • Istituto infantile ed elementare Clava di Asti 1946 – 1992, unità 24
    • Confraternita di beneficenza (e misericordia) israelitica di Acqui 1951 – 1986, unità 8
    • Gruppo sionistico di Alessandria 1962 – 1996, unità 5
    • Italo Tedeschi ed Enrichetta Guetta 1945 – 1998, unità 52.

    Comunità israelitica di Alessandria (SIUSA)

  • Soggetto conservatore dell’archivio

    Archivio delle Tradizioni e del Costume Ebraici Benvenuto e Alessandro Terracini
    Piazzetta Primo Levi 12
    10125 Torino

    Archivio delle tradizioni e del costume ebraici Benvenuto e Alessandro Terracini di Torino (SIUSA)

  • Emergenze storico-artistiche

    • Ghetto: edificato a partire dal 1725. Situato nella zona di Via Milano, Via Migliara, Via dei Martiri e Via Vochieri, sono ancora riconoscibili i tipici edifici ebraici provvisti di gallerie, balconi e passaggi interni.
    • Sinagoga:inaugurata nel 1871, si trova in Via Milano 7. Da ammirare sia gli eleganti e imponenti interni, sia la preziosa facciata neo-gotica. Essa sostituì una sinagoga più modesta, mascherata tra le case, come era d’uso prima dell’emancipazione, a cui si accedeva da uno dei cortili di via Migliara.
    • Cimitero:L’antico cimitero ebraico si trovava nei pressi di Piazza d’Armi, mentre l’attuale è inserito nel cimitero cittadino su Viale Michel.

Consulta le Immagini dagli Archivi

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti.
Utilizzando questo sito, acconsenti agli utilizzi di cookies e delle altre tecnologie descritte nella nostra Cookies Policy.